effetto burn in

Avete presente quando sui monitor al plasma rimangono le cosiddette “immagini fantasma” cioè le sagome dei contenuti visualizzati precedentemente? Ecco, questo è il burn-in, e dipende dal fatto che i contenuti statici dello schermo visualizzati in modo permanente fanno brillare i singoli pixel in modo più intenso per un periodo di tempo più lungo. Se una parte statica di un’immagine viene visualizzata per troppo tempo, il fosforo brucia e perde luminosità (rispetto agli altri pixel).
Oggi il plasma è una tecnologia ormai obsoleta e quasi del tutto inutilizzata soprattutto a causa dei forti consumi energetici che la caratterizza. Tuttavia, questo effetto può verificarsi anche sugli attuali display LCD, se usati in modo improprio: qui l’effetto viene chiamato “ritenzione dell’immagine”. Per esempio può accadere quando il contenuto dell’immagine viene visualizzato come immagine fissa per lungo tempo e soprattutto quando questo contenuto dell’immagine presenta forti contrasti. In questi casi, una piccola quantità di carica elettrica residua negli elettrodi all’interno del modulo LCD crea un’immagine a effetto bagliore o ombra, che può essere notato quando lo schermo mostra i nuovi contenuti.

Come evitare il burn-in e la ritenzione dell’immagine?

  • Quando si crea il contenuto dell’immagine: evitare forti contrasti e fermi immagine troppo lunghi.
  • Quando si scelgono i display: i display attuali per il digital signage sono ormai progettati per un funzionamento continuo fino a 100.000 ore e oltre a seconda del modello (addirittura con Operatività continua 24/7 ). La cosa importante è che siano display per uso aziendale e professionale e NON TV consumer: non solo i componenti di qualità superiore vengono utilizzati per un funzionamento a lungo termine, ma questi monitor hanno anche funzioni di screen saver che i TV consumer non possiedono del tutto o nella misura necessaria ad un utilizzo professionale.
  • Prima della messa in servizio: nel caso dei display al plasma, è soprattutto l’invecchiamento uniforme delle singole celle al fosforo a influire sulla qualità dell’immagine. Nelle prime ore di funzionamento, un uso improprio può portare all’invecchiamento delle celle a velocità diverse. Raccomandiamo pertanto che il display al plasma, prima della messa in servizio, rimanga accesso per almeno 100 ore con un’immagine completamente bianca visualizzata o un’animazione con barra di scorrimento bianca. Questa pratica ha dato ottimi risultati di durata.
  • In funzione: in ogni caso, dovrebbero essere utilizzate le varie possibilità delle funzioni di screen saver. Grazie al controllo del tempo integrato, gli screensaver possono essere comodamente controllati ed eseguiti automaticamente. Se il display non è necessario (ad es. durante la notte), si consiglia di lasciarlo accesso con visualizzata un’immagine bianca alternata all’inversione in negativo. Questo porterà a eliminare anche in seguito gli effetti di burn-in e di ritenzione dell’immagine, possono essere eliminati anche in seguito. Se il contenuto rimane sempre visibile, è possibile far scorrere una barra di scorrimento bianca e/o far spostare periodicamente i pixel.

Hai bisogno di display per il digital signage? Contattaci.